PERCHÈ IL GIOCO

Perché il gioco è il tempo del bambino, la modalità privilegiata mediante cui esprime sé stesso e scopre il mondo circostante. In psicomotricità è l'habitat per eccellenza per lo sviluppo armonico della sua personalità, intesa come unità di corpo, mente ed emozioni, nel rispetto della sua storia e del suo potenziale.

 

AMBITI DI INTERESSE

  • Area della Relazione: fa riferimento alle modalità con cui il bambino esprime e sperimenta le emozioni, l'intenzionalità comunicativa, il linguaggio corporeo, gestuale e non verbale, in gruppo e nell'interazione duale, tra i pari, con l'adulto e le figure genitoriali.

  • Area del Gioco: si intende il repertorio degli interessi del bambino, con particolare cura ai processi con cui esso è agito : il gioco tonico-emozionale, il gioco senso-motorio, il gioco simbolico e di ruolo, il gioco di regole.

  • Area della Motricità: globale (coordinazione globale, equilibrio, spostamenti); motricità fine (prensione, coordinazione occhio-mano e occhio-piede); atteggiamento posturale.

  • Area delle Funzioni Psicomotorie: cura l'atteggiamento del bambino in rapporto allo spazio, al tempo e agli oggetti. Riguardano lo schema corporeo e le prassie.

  • Area della Cognizione: comprende le funzioni neuropsicologiche non verbali e del pensiero, coinvolte nella rappresentazione simbolica mentale di oggetti e azioni; la sequenza di azioni e la capacità di risposta. In particolare sono l'attenzione, la memoria, il linguaggio, le funzioni di input, di elaborazione e output.

 

A CHI SI RIVOLGE

Ai bambini in età prescolare e scolare, in modo particolare a quelli che presentano impacci motori, disturbi e deficit dello sviluppo, che ne ostacolano o ne  compromettono l'iter evolutivo 

 

DOVE SI SVOLGE

Si svolge in una sala comoda, accogliente e particolarmente attrezzata. Alcuni strumenti sono non strutturati, quali cerchi, palle, corde, bastoni, teli, solidi di gomma piuma. Altri, invece, sono specifici per la motricità fine, come ad esempio gli incastri, le palline da infilare, le costruzioni. Altri, invece, comprendono materiali strutturati, come puzzles e giochi in scatola di diverso genere; oggetti  quali pentolini, piatti, macchinine, frutti, animali, strumenti musicali, materiale grafico-pittorico, schede e trainings specifici 

SALA OPLÌ OPLÀ

 

COME FUNZIONA

Il percorso è sviluppato in modo personalizzato, a livello individuale o di piccolo gruppo. Si caratterizza di tre fasi:

Fase iniziale.

Consiste in un primo colloquio coi genitori, funzionale a raccogliere informazioni preliminari del bambino. 

Fase di Sviluppo

È l'iter che delinea il percorso in obiettivi, modalità, strumenti, tempi e confronti in itinere con i genitori.

Fase Finale

È il momento della restituzione degli sviluppi maturati dal bambino.

Tel./Fax 0363-46555 - info@asiah-cea.com  - Via Casnida,35 - 24047 Treviglio (BG) - Privacy

  • LinkedIn Icona sociale
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social ASIAH
  • Google+ Social Icon

© 2019 ASIAH-CEA 

 Proudly created with Wix.com